Progettare una buona inserzione su Facebook non è così complicato come sembra. C’è ‘semplicemente’ bisogno di utilizzare i parametri corretti per far sì che il target risponda a dovere.

Per misurare l’efficacia della pubblicazione è necessario, quindi, eseguire dapprima una segmentazione del pubblico, specificando età, genere, preferenze, ubicazione e gli interessi.

Sperimentare ciascuna delle idee che si hanno in mente non è male, perché ciò che piace a taluni non è detto che piaccia anche ad altri.

Da qui l’importanza di effettuare dei veri e propri test comportamentali per comprendere quale siano i ‘desideri’ del pubblico di riferimento.

Si può provare con video, immagini e post che spingano il pubblico a ‘mostrarsi’.

Inoltre, è importante tenere in mente che ogni inserzione va progettata in funzione dei dispositivi mobili, così da essere certi da ottenere la massima portata possibile.

Nel 2016, per citare un dato, l’83% delle interazioni sono avvenute nell’ambito del mobile e Facebook ha annunciato, di conseguenza, l’aumento del proprio guadagno del 166% nel terzo trimestre dell’anno.

Da non disdegnare affatto, poi, l’uso di altri social network, come Instagram ormai collegato a Facebook, così da raggiungere ancora più utenti, offrendo contenuti nuovi e di qualità.

Il re-branding, infine, è un elemento essenziale per progettare una strategia di marketing digitale in modo tale da avvicinarsi il più possibile al raggiungimento dell’obiettivo.

P.s. qui qualche altro consiglio utile.