Scrivere contenuti per un sito web a volte può essere un incubo. Può capitare, infatti, a tutti di patire gli effetti del ‘blocco dello scrittore’.

Ci sono, però, alcuni ‘trucchi’ che possono essere utilizzati in caso di mancanza d’ispirazione.

SCRIVERE CONTENUTI INTERESSANTI

Ovvero, scrivere contenuti che vale la pena leggere. Pensate, ad esempio, alle persone che potrebbero visitare il vostro sito web: quale post può essere utile per loro? Un buon esempio è un articolo che parla della storia di un determinato argomento che in pochi conoscono. Oppure, puntare su un post che istruisca su qualcosa, in modalità ‘step by step’. Infine, un altro suggerimento è scrivere un contenuto accattivante su una notizia che è trend su Google News (ovviamente attinente alla materia di cui si occupa il sito).

CREARE CONTENUTI UNICI

Se si vuole che la gente torni a visitare il sito, una volta che ci giunge, i post devono essere originali. Troppo spesso, ad esempio, ci si imbatte in siti di e-commerce con le stesse descrizioni dei prodotti o con paragrafi copiati da altri siti. Un grave errore perché è risaputo che i motori di ricerca penalizzano i siti con contenuti duplicati.

USARE LE PAROLE CHIAVE

Le parole chiave, come ben sapete, sono quelle parole che qualcuno potrebbe digitare per trovare il vostro sito. Di solito si tratta di ricerche basilari. Ad esempio, chi è alla ricerca di news su una “pizza vegetariana”, utilizza queste ultime due parole chiavi e non certo “pizza italiana fatta con tenera mozzarella e spinaci”. La regola è, quindi, cospargere di parole chiave il post, al ritmo di una o due ogni 100 parole.

SCRIVERE LA GIUSTA QUANTITÀ DI PAROLE

Un altro errore comune quando si crea un contenuto è scrivere di meno o di più del consigliato (sempre per rispettare le esigenze di Google & Co.).

In genere, infatti, un post deve contenere non meno di 300 e non più di 700 parole.

Altro consiglio è dividere il post in paragrafi così da renderlo più facile da leggere (e da scrivere).