Brand Journalism e Content Marketing. Si sente ormai spesso parlare di entrambi i termini quando è necessario mettere a punto una strategia per promuovere i beni e/o i servizi di un brand.

Ma qual è la differenza?

Partiamo dal punto di contatto: sia il Brand Journalism che il Content Marketing danno informazioni utili e coinvolgenti.

Tuttavia, l’obiettivo del Brand Journalism è raccontare storie (storytelling) con l’obiettivo di costruire e rafforzare la notorietà del marchio (brand awareness).

Il Content Marketing, invece, ha lo scopo di influenzare il comportamento del pubblico (target) tramite la pubblicazione di contenuti (post) utili che possano incoraggiarli a compiere un’azione (l’acquisto di un bene, la sottoscrizione a un servizio, ecc.).

Il Brand Journalism, poi, si occupa di costruire l’immagine del marchio: cosa fa, come si distingue dagli altri, l’impatto sulla società… Uno dei fini del ‘giornalismo d’impresa’, in effetti, è trasmettere la personalità del brand.

Il Content Marketing, al contrario, ha lo scopo di incrementare la domanda verso i beni/servizi prodotti/offerti dal marchio, fornendo informazioni utili al pubblico e procacciando, come risultato ultimo, la fedeltà dei clienti.

E voi… trovate altre differenze?